This website uses cookies. By continuing to use this website you are giving consent to cookies being used. For information on cookies and how you can disable them visit our Privacy Policy.

COMFORT E PRESTAZIONI

Per alcuni il comfort è un concetto astratto. Per le nuove Ruby e Roubaix invece, il comfort sta alla base di ogni decisione ed il risultato è una coppia di bici ineguagliabili. Scoprite come ci siamo riusciti.

Una collaborazione in nome della velocità

ROMPERE GLI SCHEMI: LA NOSTRA COLLABORAZIONE CON MCLAREN

L'obiettivo della collaborazione con McLaren era di creare le bici più confortevoli e performanti al mondo. Ci piace dire che abbiamo rotto gli schemi, Il lavoro realizzato insieme è stato rivoluzionario.

NON TUTTI I DESIGN DI 'COMPLIANCE' SONO UGUALI

FUTURE SHOCK

Quando parliamo di assorbimento delle vibrazioni esistono due scuole di pensiero. Da una parte c'è l'apertura, dall'altra la flessibilità assiale. Essenzialmente, l'apertura riguarda il movimento in avanti e indietro dell'assale anteriore in relazione al telaio come risultato di curvatura del telaio o della forcella. La flessibilità assiale invece, che altro non è che l'assorbimento delle vibrazioni nel piano verticale è caratterizzata dal movimento del manubrio in relazione all'assale anteriore come risultato della flessibilità del telaio, della forcella e dell'attacco manubrio.

Il dispositivo Future Shock offre fino a 20mm di escursione e si trova sopra il tubo sterzo per consentire una corsa verticale. Così, quando la ruota anteriore incontra un sfondo stradale dissestato, la bici si muove in verticale e preserva il movimento in avanti, senza rallentamenti.

Altro fattore importante è che, data la sua posizione sopra l'attacco manubrio, le ruote, che vengono tenute insieme dal telaio, non cambiano l'interasse a causa dell'escursione della sospensione, come invece succede invece con un sistema tradizionale. Il vantaggio è una maneggevolezza ed una guida prevedibile.

I telai da corsa più leggeri

I cambiamenti tangibili in termini di comfort e velocità sono dei traguardi importanti, ma non eravamo ancora contenti. Ecco perché ci siamo prefissati l'obiettivo di creare i telai da strada più leggeri che abbiamo mai prodotti. Dopo numerosi prove e altrettante modifiche possiamo dire di aver centrato l'obiettivo, e ancora meglio, l'abbiamo realizzato senza compromessi in termini di assorbimento vibrazioni, comfort o maneggevolezza. La Roubaix e la Ruby sono bici per prestazioni su qualsiasi fondo stradale, in salita e in discesa.

La Scienza del Comfort

COMFORT E PRESTAZIONI

Storicamente, il comfort è sempre stato considerato l'antitesi della velocità: ò avevi una bici veloce, oppure ne avevi una confortevole. Con le Ruby e Roubaix invece, abbiamo deciso di vedere cosa sarebbe successo se avessimo considerato il comfort come una componente della velocità. E' stato difficile, ma i nostri test provano che il comfort favorisce la velocità e le prestazioni.

Ridurre l'affaticamento è una cosa abbastanza ovvia se parliamo di velocità, visto che più sei comodo meno ti stanchi, in particolar modo dopo lunghe ore in sella passate anche su strade dissestate. Sulla distanza, questo influisce sulla potenza. Abbiamo rilevato che una guida più confortevole, permette di esercitare una potenza costante. Se il comfort è maggiore, la potenza esercitata sarà più regolare permettendo di risparmiare del tempo prezioso.

Il morsetto ed il reggisella CG-R

Il carro posteriore, in termini di assorbimento delle vibrazioni, ha delle caratteristiche diverse. Deve assorbire gli impatti che viaggiano attraverso la ruota posteriore verso la sella, mantenendo intatta l'altezza sella. Per centrare i nostri obiettivi in termini di prestazioni, abbiamo abbinato il reggisella CG-R al nuovo morsetto Drop Clamp, per fornire 20 gradi di flessibilità verso il retro, conservando le proprietà meccaniche del carro posteriore.

La Bici Perfetta per Te

RIDER-FIRST ENGINEERED™

La filosofia Rider-First Engineered™ è nata dalla collaborazione con McLaren, e si concentrata sul design basato su dati obiettivi. Dopotutto, per comprendere la natura di un problema, ti servono dati sicuri, che si ottengono solamente grazie a centinaia di ore di prove. La domanda sorge spontanea: che dati abbiamo cercato di ottenere?

Negli anni, i nostri ingegneri ha visto che i corridori di statura meno alta ottenevano caratteristiche di guida inversi rispetto a persone più alte, e vice-versa. Per esempio, laddove un telaio piccolo è rigido sul rettilineo, potrebbe essere poco reattivo in curva, mentre succede l'opposto con telai di misura grande. Per correggere questo sono serviti strumenti sofisticati con l'obiettivo di quantificare le forze che agiscono sul telaio. Durante numerose prove su strada, questi strumenti hanno rilevato le forze che viaggiano attraverso la forcella, l'attacco manubrio, la sella e numerosi altri dati. Grazie alla grande quantità di di informazioni raccolte, i nostri ingegneri sono riusciti ad ovviare al problema.

Per rendere consistenti le prestazioni, sono stati fissati target specifici per ogni misura di telaio. Signfica anche che per ogni taglia e ogni tubazione viene creato uno specifico 'lay-up schedule' delle fibre di carbonio. In questo modo otteniamo per ogni misura di telaio l'equilibrio perfetto di rigidità, peso e reattività.

PUBBLICAZIONI

Le Roubaix sono state testate dai giornalisti e ciclisti più quotati del settore, di seguito potete leggere le loro impressioni: