This website uses cookies. By continuing to use this website you are giving consent to cookies being used. For information on cookies and how you can disable them visit our Privacy Policy.

Yonder Journal: le Sequoia e le Piscine Naturali

Storie particolari e luoghi affascinanti. I membri del Team Yonder Journal hanno inforcato le Sequoia e le AWOL per pedalare nel Territorio di Jefferson alla ricerca delle piscine naturali di Wiley Jeb.

DEAD RECKONING

VIAGGIO VERSO LE PISCINE NATURALI

C'è una leggenda nel Territorio di Jefferson che racconta di un personaggio dal nome di Wiley Jeb. Si dice che era un rampante nel settore finanziario a New York durante i 'ruggenti anni Venti'. Cappelli a cilindro, Fitzgerald, il pacchetto completo. Quando è crollato la borsa, Jeb si trovò a marcire nella Grande Mela. Perse tutto, sua moglie lo lasciò per un impiegatuccio in grado di mantenere una famiglia, i suoi amici del club lo abbondonarono, persino il suo cane non rispondeva più ai richiami. Ma un giorno mentre si trovava a faccia in giù in un rigagnolo con la voglia di farla finita, ha visto l'acqua piovana finire dentro una grata fino a raggiungere le fognature. Vedendo l'acqua finire nella pozza maleodorante, gli è venuta una visione. Si è immaginato di farsi scivolare nell'abbraccio primordiale di acque che scorrevano lentamente. Era una chiamata alla vita, l'abbraccio di un fiume gentile in un paradiso purificante, per galleggiare nella tranquillità meditativa, accogliendo la trascendenza spirituale ed emozionale.

Da quel giorno ha impacchettate le sue povere cose ed è partito, attraversando stato dopo stato alla ricerca della piscina naturale che aveva visto in quel momento. Da nord a sud, da est a ovest, battendo le campagne per oltre vent'anni, attraversando tutta l'America. Naturalmente, in questa grande nazione non mancano le piscine naturali che lo seducevano, ma erano tutte imperfette: troppa corrente, troppo poca, troppo sporche o troppo pulite, troppo calde o troppo fredde, troppo frequentate o mancanti di spiagge. Wiley Jeb era determinato a trovare quella da lui vista nella sua mente.

Alla fine il suo viaggio lo portò al luogo che ora è il Shasta-Trinity National Forest nello stato che si doveva chiamare Jefferson. E' qui che Wiley Jeb ha trovato la sua piscina naturale Shangri-La. Nelle fresche e limpide acque dei rami nord e sud del fiume Salmon, del fiume Klamath e del Trinity, nella zona che conta numerosi correnti, torrenti, laghetti e fonti, Wiley Jeb ha trovato il paradiso che stava cercando. Da quel momento passò le sue estati in queste acque idilliache e gli inverni in una baracca sgangherata nel bel mezzo della forest,facendo i bagni in una vasca scaldata con un fuoco a legna con acque prelevate dal fiume vicino. Ovviamente c'erano altri posti dove potevi stare a galla per tutto l'anno, ma Jeb andava per la qualità, non per la quantità. Ha passato tanto di quel tempo immerso in questi fiumi che la gente del luogo disse che se ti imbattevi in lui, l'avresti trovato nudo come Adamo, con la pelle raggrinzita a causa dell'acqua. Quando l'area si popolò maggiormente, gli avvistamenti di Wiley Jeb erano sempre meno. Nessuno sa esattamente che fine abbia fatto, ma i più credono che si sia semplicemente dissolto nell'acqua del fiume, diventandone tutt'uno, come era il suo sogno.

Noi del Yonder Journal avevamo sentito questa storia e siamo partiti alla ricerca delle magiche piscine naturali che affascinavano Wiley Jeb, convincendolo a cercarli in tutto il paese. Per farlo, serviva una guida locale, che non solo conoscesse la zona, ma che aveva anche i 'poteri' per svelarne i segreti. Fortunatamente abbiamo trovato un tizio.

Mike Cherney è un mago, alchimista, saggio e un biker che abita a Happy Camp, a suo agio anche nel campo sovrannaturale. E' un nostro amico ed ha acconsentito a guidarci. In cambio ci ha chiesto, se avessimo trovato queste mitiche piscine naturali, di rispettarle, prendendo il tempo necessario per fare un bagno senza ripartire immediatamente. Eravamo perfettamente d'accordo. Una spedizione di questa portata necessita di un team fornito, e quindi abbiamo chiamato un po' gente tosta, in grado di fare un po' di tutto, godendosi il mondo intorno a loro in cambio di giornate di quasi 200km in sella. Siamo partiti metà luglio per una escursione di quattro giorni. Abbiamo portato con noi sulle Sequoia e AWOL tutto il necessario: caffé, cereali, costume da bagno e ... altre cose. Eravamo pronti a tutto: ad una forte corrente o ad acque tranquille.

Abbiamo trovato le mitiche piscine naturali di Wiley Jeb, abbiamo fatto il bagno in quelle acque, abbiamo risposato sulle loro rive, e abbiamo percorso chilometri e chilometri di singletrack per raggiungerle? Sì! Sì lo abbiamo fatto. Per il resoconto dettagliato di tutti e quattro le giornate, visitate il sito Yonder Journal. Prima di farlo, sappi che quello che vedrai potrebbe indurti a licenziarti, a prendere la bici ed il costume, e partire per il mondo delle favole.